Cari sostenitori del progetto,

Come ogni anno inviamo il rapporto annuale dell’Associazione ARRO che collabora con noi in Somalia e il rapporto finale del progetto integrato, che documentano le attività svolte in questo ultimo anno particolarmente difficile.

Come vi avevamo anticipato, nel 2020 (oltre al sostegno ordinario destinato alle famiglie di agricoltori che si prendono cura dei bambini orfani, occupandosi della loro salute e della loro istruzione, e delle persone più fragili) abbiamo replicato il progetto integrato portato avanti nel 2019 (mirato in particolar modo alla sicurezza alimentare e all’aspetto sanitario) estendendolo a ulteriori 20 famiglie.

La particolarità di questo progetto, realizzato sempre nel distretto di Afgoi, è stata quella di dare la possibilità agli agricoltori di usufruire, per le loro coltivazioni, di zone dotate di impianti di irrigazione messi a disposizione dal proprietario di una fattoria. Le attività sono state condotte con successo (i risultati si evidenziano nel rapporto allegato) anche se con redditi inferiori alle aspettative a causa delle conseguenze delle gravi inondazioni che hanno colpito le aree agricole del distretto.

Aiuti specifici sono stati inviati per far fronte a questa nuova emergenza che ha interessato anche le aree agricole di agricoltori assistiti in passato. I volontari di Arro hanno condotto un’indagine al fine di valutare i danni dell’alluvione protrattasi ininterrottamente per circa tre settimane, constatando gravi danni alle colture stagionali e ai motori delle pompe dell'acqua di irrigazione che non potevano più riavviarsi a causa dell'acqua stagnante. Rispondendo all’appello della comunità locale, è stato predisposto un programma di aiuti con il supporto dei volontari di ARRO e dei dirigenti della comunità per fornire una prima assistenza in termini di sicurezza alimentare (fornendo riso,
cereali, farina, zucchero, latte ed olio alle famiglie più povere) e sostegno morale e finanziario per avviare le nuove coltivazioni coprendo le spese di preparazione dei terreni per la prossima stagione e le necessità agricole correlate.

 

Durante la fase di ripristino delle attività, nel mese di ottobre 2020, le zone agricole interessate hanno subito anche un’invasione di locuste che ha ulteriormente distrutto le piantagioni e i mezzi di sussistenza.

Le comunità locali e i volontari di Arro sono infinitamente grati per il nostro sostegno che gli ha permesso di non soccombere di fronte a queste nuove difficoltà. Con molta fatica e senza mai perdere la speranza stanno cercando piano piano di ritornare alla normalità rinnovandoci la richiesta di assistenza anche per il prossimo anno.

 

Estendiamo i ringraziamenti dei nostri amici somali a tutti voi. Ancora una volta grazie della vostra generosità!

Un caro saluto da tutto il team di Obiettivo Solidarietà.
Lucrezia C. e Angelo T.
(referenti del progetto)

 

5 per 1000

Dai una mano alla solidarietà, scrivi 97426400582 sulla tua dichiarazione dei redditi.

Vai all'inizio della pagina