Sei qui: ProgettiI bambini di Manazary

I bambini di Manazary (Madagascar)

Il progetto “I bambini di Manazary” prosegue e “cresce” con molta soddisfazione di tutti noi e in particolare di Barbara Chelli, della filiale di Livorno che ne è la referente.
Le notizie che giungono da suor Alice sono molto positive, la struttura della scuola si va completando e i risultati scolastici “sono stati buoni. Sempre c'e qualcuno che deve ripetere l'anno per rinforzarsi...” . Forse però più delle parole vi invitiamo a dare una scorsa alle foto che ci sono arrivate che ci spingono a lavorare per poter ampliare la struttura e migliorare gli arredi.

Il 2018 a Manazary (Madagascar)

Come ogni anno, Suor Alice ci aggiorna sulla situazione della comunità di Manazary (Madagascar) che sosteniamo da tempo grazie ai versamenti mensili di un gruppo di soci di Obiettivo Solidarietà coordinati dalla nostra referente Barbara.

La comunità cresce, i ragazzi studiano con profitto, ma la situazione politica ed economica peggiora e le suore hanno ancora più bisogno del nostro sostegno per realizzare una fattoria utile a fornire mezzi di sostentamento ma soprattutto per dare una formazione su agricoltura e allevamento ai giovani.

Possiamo contribuire all'acquisto di una mucca (900 euro), di un maiale (150 euro) o anche solo di una gallina (5 euro)!

Leggete la lettera e considerate la possibilità di contribuire ancora di più a questa splendida iniziativa!

Potete inviare direttamente l'offerta alle coordinate bancarie indicate da Suor Alice nella sua lettera o, più facilmente, tramite Obiettivo Solidarietà, con un versamento sul nostro conto corrente CSR (RF 70007605) (causale "I bambini di Manazary") o, meglio ancora, con un bonifico continuativo che potete attivare inviandoci (a Obiettivo Solidarietà ONLUS - Via Lavinio 25 - 00183 ROMA) il modulo di adesione firmato, con l'indicazione dell'importo mensile e del progetto a cui volete contribuire.


Lettera di Suor Alice - dicembre 2018

Notizie da Manazary

Suor Alice, responsabile della comunità di Manazary (Madagascar) che sosteniamo da tempo, ha inviato una toccante lettera alla nostra referente Barbara, da cui possiamo capire quanto bisogno ci sia del nostro supporto.
Ci parla di Davide, di Vololona, di Lantosoa, di Julia e del progetto di costruire un "liceo agricolo" che potrebbe garantire un futuro a tanti ragazzi.

Leggetela e considerate la possibilità di contribuire ancora di più a questa splendida iniziativa!

Lettera di Suor Alice

Infornare il pane a Manazary

La nostra amica Barbara ha ricevuto un messaggio di posta elettronica da Manazary, che riportiamo con piacere, sperando che agli attuali sostenitori del progetto se ne aggiungano altri e si possano aiutare le suore a costruire i forni per cuocere il pane:

Gentilissima signora Barbara, la ringraziamo del suo ricordo, del suo aiuto e della generosità del gruppo tutto.

Ora stiamo per concludere l'anno scolastico con gli esami di passaggio e terminali; speriamo che l'esito sia buono come sempre. La nostra scuola è sempre la prima in classifica, perché si cerca di dare sempre il più possibile di istruzione e di educazione; abbiamo anche la scuola dei genitori per meglio educare e collaborare per il bene dei figli.

Il Governo, anche se abbiamo avuto il nuovo Presidente ancora non si vedono segni di ripresa, ma la speranza è sempre quella che ci sostiene per andare avanti con fiducia in tempi migliori. Le necessità sono sempre grandi ed è difficile soddisfarle tutte, ma cerchiamo di fare il nostro meglio.

Il mese scorso abbiamo comperato 9 tonnellate di riso per il nuovo anno scolastico perché ora è meno costoso. stiamo. Vorremmo fare anche un forno a legna per fare il pane e dare la possibilità di non mangiare solo riso e far apprendere a loro stessi di farlo con piccoli forni a carbone. Potrebbero farlo così anche nei loro piccoli villaggi.

Un'altra necessità è la grande spesa per le medicine per il dispensario. Stiamo combattendo con la Cistocircosi ,Sifilide, Bilarziosi e Tubercolosi. Per curarsi la gente non è in grado di sostenere le spese e arrivano al nostro dispensario per avere aiuto, ma non riusciamo arrivare a tutti. Facciamo del nostro meglio come possiamo.

Grazie di cuore se potete darci una mano. Sarà la mano di Dio che arriva per questi nostri fratelli.

Per l'invio di denaro è meglio 3 volte all'anno perchè ci sono meno spese di tasse bancarie.

La benedizione di Dio e di Maria Ausiliatrice scenda su di Lei e su tutto il gruppo mentre noi ve la invochiamo ogni giorno con tanta riconoscenza.

Nel signore affma sr antonia e da tutti gli altri.

Altri articoli...

5 per 1000

Dai una mano alla solidarietà, scrivi 97426400582 sulla tua dichiarazione dei redditi.

Vai all'inizio della pagina